• Arte,  Home,  Napoli

    Chiesa di Santa Maria del Parto a Mergellina

    Alla fine del lungomare di Mergellina, salendo tre strette rampe di scale, si giunge ad un piazzale da cui si gode una vista spettacolare sul golfo di Napoli e su cui si affaccia il sagrato della chiesa di Santa Maria del Parto, dove riposano le spoglie di Jacopo Sannazaro. Fu il poeta a volerne l’edificazione nel 1504, su un terreno che gli fu donato da re Federico d’Aragona e su cui sorgeva già una villa, nella quale il Sannazaro visse, mentre componeva il poema “De partus Virginis” e che ha dato il nome alla chiesa. Nelle intenzioni del Sannazaro, sarebbe…

  • Arte,  Eventi,  Napoli

    Caravaggio Napoli, la mostra

    Caravaggio, pseudonimo di Michelangelo Merisi, è uno dei più noti artisti italiani di tutti i tempi. Di origini milanesi, trascorse l’ultimo periodo della sua vita a Napoli, 18 mesi complessivi durante due soggiorni, tra l’ottobre del 1606 e il luglio del 1610, quando morì durante il viaggio di ritorno a Roma. Caravaggio ebbe una vita piuttosto difficile, in particolare gli ultimi anni, in cui visse in fuga per sottrarsi alla pena di morte per decapitazione, che gli era stata inflitta a Roma per aver assassinato Ranuccio Tomassoni,durante una rissa. Ricercato e tormentato dai sensi di colpa, le sue opere del…

  • Arte,  Home,  Love,  Napoli,  Tra storia e leggende

    Napoli e le sue origini, tra storia, mito e arte

    Il mito Si narra che nel Golfo di Napoli vivessero tre bellissime sirene, Ligeia, Leucosia e Parthenope, che con il loro canto ammaliavano i marinai, provocando il naufragio delle navi. Messo in guardia dalla maga Circe, Ulisse riuscì a resistere al loro richiamo seducente e la sua nave riuscì ad attraversare indenne quel tratto di mare. Le tre sirene, umiliate e ferite nell’orgoglio, decisero di togliersi la vita, abbandonandosi ai flutti. Licosia fu trascinata nel golfo di Salerno, dove diede vita a Punta Licosa, Ligeia finì tra gli scogli di Punta Campanella, mentre Parthenope andò a morire sull’isolotto di Megaride.…