Happiness,  Pianificazione

La mia routine serale,per andare a dormire serena e organizzata ( o almeno provarci)

Ho sempre trovato complicato adottare una routine fissa da seguire, perché le serate sono sempre piuttosto caotiche a casa mia. Per quanto io mi sforzi, non riesco mai ad andare a dormire prima di mezzanotte.

Quando i ragazzi erano piccoli, riuscivo a far loro la doccia prima di cena, il che mi faceva guadagnare un’oretta buona dopo.

Ora entrambi fanno karate e tornano alle 21,00 almeno tre giorni a settimana, di più se hanno una gara a breve scadenza.

Questo vuol dire che prima si cena, poi docce e, quindi, a letto. Solo a quel punto riesco a ritagliarmi un po’ di tempo, da dedicare a me stessa.

Ho scoperto, però, che stabilire una routine ( oltre a tutto il resto) mi aiuta a dormire meglio , cosa che per una come me, che ha sempre lottato con insonnia e parasonnie, non è di poco conto.

Mi capitava, più di frequente prima, di svegliarmi di notte con la sensazione di aver dimenticato o di dover fare qualcosa urgentemente o con il pensiero di cose accadute il giorno prima.

Da quando ho adottato questa mia piccola routine serale, che mi aiuta a liberarmi da ansie, preoccupazioni e pensieri molesti prima di andare a dormire, le cose vanno meglio.

1. Stacco la spina

Già prima di cena, spengo tutto: computer, telefonino, dispositivi elettronici. L’unico che salvo è il lettore ebook, mio fedele compagno di vita. Mi serve per accantonare i doveri e dedicarmi esclusivamente ai piaceri della tavola, della convivialità, della compagnia delle persone che amo.

2. Compilo l’agenda

Una volta che i ragazzi sono andati a letto, quando la casa tace, mi preparo un bella tazza di tisana rilassante calda e controllo l’agenda. Depenno la mia To-Do list e do’ una rinfrescata agli impegni del giorno seguente, preparando eventualmente quello che mi servirà. Mi sono resa conto che, fare il punto della situazione a fine serata mi tranquillizza e mi evita i bruschi risvegli con strani pensieri che mi frullano per la testa, come ” Ho comparato il latte? Ho ritirato i panni in lavanderia? Ho mandato quell’email?Devo portare Marco dal dentista domani o dopodomani?”.

3. Scrivo il diario

Scrivere qualche pagina di diario prima di andare a dormire, mi consente di elaborare quei pensieri, quelle situazioni che durante la giornata sono rimaste in sospeso e che rischiano di turbare il mio sonno. E’ il mio modo di chiudere la giornata, non solo temporalmente, ma emotivamente. Non scrivo il diario liberamente e in maniera casuale, ma rispondendo a delle domande, che mi danno lo spunto per riflettere e focalizzarmi su momenti precisi, su quelli positivi che mi hanno regalato un sorriso, su quelli negativi, così da poter lasciarli andare e liberare la mente e le emozioni.

A questo punto, con una goccia di olio essenziale di lavanda sulle tempie, sono pronta per andare a letto.

Qui trovi le mie domande per scrivere il diario

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: