Arte,  Napoli,  Tra storia e leggende

La leggenda del diavolo di Mergellina

il diavolo di Mergellina

Il diavolo di Mergellina è il nome con cui è noto tra la gente del posto il quadro di Leonardo da Pistoia, San Michele che scaccia il demonio, che si trova nella chiesa di Santa Maria del Parto a Napoli.

E’ un dipinto che custodisce un segreto tra il sacro e il profano, oggetto di un racconto narrato anche da Benedetto Croce nel suo libro “Storie e leggende napoletane“.

La storia misteriosa di questo quadro è ripresa da Pino Imperatore che nel suo giallo “Aglio, olio e assassino”, ne fa un elemento importante della narrazione.

Si narra che il quadro di San Michele che scaccia il demonio sia stato commissionato a Leonardo da Pistoia dal Vescovo di Ariano Irpino, Diomede Carafa, il quale fu vittima di una potentissima fattura d’amore da parte di una donna bellissima e spregiudicata, Vittoria Colonna D’Avalos.

La giovane nobildonna napoletana si invaghì dell’affascinante Carafa e cercò di indurlo in tentazione in ogni modo possibile. L’uomo rimase fedele al suo voto di castità, ma Vittoria non si arrese e chiese ad una strega, detta l’Alemanna, di preparare un elisir che facesse innamorare Diomede.

La fanciulla lo versò su alcune frittelle che offrì all’ignaro Vescovo.

Dopo averle mangiate, Diomede fu assalito da un’insana ed incontenibile passione per la fanciulla, ma si affidò alla preghiera e non cedette.

Tormentato dal desiderio per Vittoria, non riuscendo a vincere i propri impulsi, chiese aiuto ad un monaco esorcista di Procida, chiedendogli di liberarlo dalla sua ossessione.

Questi preparò un balsamo che consegnò a Diomede, dicendogli che avrebbe dovuto mescolarlo ai colori con cui dipingere un ritratto della donna da custodire in un luogo sacro e benedetto.

Il vescovo, allora, commissionò il dipinto, in cui è rappresentato il diavolo, con il corpo di serpente e il bellissimo volto di Vittoria, mentre viene trafitto dalla lancia di San Michele Arcangelo e lo fece porre nella chiesa di Santa Maria del Parto a Mergellina.

Ed è per questo che alle donne seducenti e ammaliatrici, in grado di stregare i cuori, gli uomini napoletani sono soliti dire ” sei bella come il diavolo di Mergellina“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: