Coppia,  Home,  Love

Restare una coppia unita,nonostante la vita frenetica

Coppia unita

La vita può essere molto frenetica a volte e ci sono giorni in cui io e mio marito non riusciamo neppure ad incrociarci. Tra il lavoro,la casa, la spesa, i figli, ci ritroviamo ad ora di cena stanchi e con l’unico desiderio di fare una bella dormita.

Mi rendo conto come facilmente, dopo tanti anni di matrimonio, lo stress, i problemi, la routine, la noia, possano trasformare marito e moglie in due conoscenti che dormono sotto lo stesso tetto.

Accade così lentamente, giorno dopo giorno che, senza neppure accorgersene, si finisce col diventare estranei.

Quella di coppia, però,è una fetta troppo importante della nostra vita e della nostra felicità, per lasciare che accada.

Dobbiamo prenderci cura della nostra relazione, così come ci prendiamo cura di noi stessi, senza darla mai per scontata.

Del resto tutte le relazioni, anche quelle con i figli, richiedono impegno, dedizione, attenzione. Un impegno che viene ripagato con amore, felicità, serenità, allegria, benessere nostro e dell’intera famiglia.

Quando siamo sopraffatti dalla quotidianità, credo che il rischio maggiore sia limitarsi a parlare solo degli aspetti pratici, smettendo di dialogare, di comunicare, dimenticando l’intimità. E per intimità non mi riferisco al sesso, ma alla condivisione di emozioni, sentimenti, pensieri.

Come si resta una coppia unita, nonostante tutto?

Io mi prendo cura della mia relazione, attraverso dei piccoli gesti:

  • Dedico al dialogo un po’ di tempo tutti i giorni, spegnendo il cellulare e prestando tutta l’ attenzione a mio marito, anche se solo per 10 minuti. Si tratta di ascoltare l’altro davvero, aprendo non solo le orecchie, ma anche la mente e il cuore
  • Ogni giorno faccio il possibile per dedicare un piccolo spazio di tempo solo a noi due, come bere insieme il primo caffè della giornata o un bicchiere di vino la sera sul divano o vedere un film la domenica pomeriggio
  • Di tanto in tanto, lasciamo i ragazzi a casa e usciamo da soli, anche solo per fare una passeggiata o andare al cinema. E’ un modo per interrompere la routine, per trascorrere del tempo insieme, senza farci assorbire dal ruolo di genitori
  • Trovo dei modi per divertirci insieme. Ogni tanto è salutare mettere da parte gli impegni e i problemi e ridere, semplicemente ridere insieme.
  • Cerco il contatto fisico, come tenersi per mano, abbracciarsi, baciarsi. E’ un modo per sentirsi accolti, accettati, coccolati, amati.

Si tratta di piccole cose che credo siano utili ogni giorno per ritrovarci, per ritrovare la complicità,per ricordare perché stiamo insieme, per sceglierci ancora, giorno dopo giorno, per restare in sintonia, una coppia unita, nonostante le difficoltà che tutti devono affrontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: