Home,  Libri,  Tempo libero

Aglio,olio e assassino, il giallo di Pino Imperatore

Follow my blog with Bloglovin

Aglio, olio e assassino

Di questi tempi, sarà il caldo, saranno le nottate insonni, mi viene sempre voglia di letture più leggere, di libri che scivolino via senza fatica e che mi divertano.

E’ così che ho scovato “Aglio, olio e assassino“, di Pino Imperatore.

Un libro che si è rivelato un concentrato di cose che amo: un thriller avvincente, la cui trama si sviluppa intorno a momenti di pura comicità, lo scenario della mia bella Napoli, con spunti storici e artistici che ho apprezzato moltissimo, personaggi animati da quell’umana e verace napoletanità, che li rende unici ed indimenticabili.

L’ispettore Gianni Scapece, un nostrano Sherlock Holmes, torna a Napoli, la sua città natia, dopo aver prestato servizio in vari commissariati italiani.

Qui troverà una delle più grandi sfide lavorative, mai affrontate: svelare il mistero del serial killer chiamato l’Arcangelo che,muovendosi nell’ombra della Napoli bene, porta avanti il suo piano criminale dagli insoliti risvolti culinari.

In una corsa contro il tempo, l’ispettore Scapece, coadiuvato da improbabili, quanto sorprendentemente preziosi assistenti, dovrà fermare il pericoloso assassino, prima che uccida ancora.

Chi è l’Arcangelo? Cosa lo spinge ad uccidere? Quale messaggio vuole lasciare con i sui macabri rituali? La verità si nasconde tra chiese, dipinti , vicoli, simboli e credenze partenopee.

Nonno Ciccio Vitiello, suo figlio Peppe “Braciola” con la visionaria moglie Angelina e tutti i personaggi di questo bel libro, compreso il cane Zorro, danno il loro contributo alla soluzione del caso, regalando intuizioni e strappando risate.

Più di ogni altra cosa, di questo libro, mi è piaciuto molto l’equilibrio perfetto tra suspence e ironia.

L’Arcangelo è un assassino spietato, scaltro, che lascia pochi indizi dietro di sé.

Metterà a dura prova l’ispettore Scapece e il lettore, che solo alla fine riuscirà a mettere insieme i pezzi del puzzle, sapientemente disseminati tra le pagine.

L’ironia non toglie gusto al thriller, semmai lo esalta, aggiungendo quel pizzico di piccante che lo rende proprio saporito.

Una lettura davvero, davvero piacevole.

Aglio, olio e assassino, Pino Imperatore, ed. Dea Planeta Libri, thriller, 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: