Happiness,  Self Love

Prendersi cura di sé, guida per principianti

prendersi cura di sé
Immagine di Pixabay

Perché prendersi cura di sé è importante?

Prendersi cura di sé,vuol dire imparare ad amarsi, ad ascoltare i propri bisogni e trovare i modi giusti soddisfarli.

Mi direte che tra lavoro, casa, famiglia e impegni vari, non c’è tempo per prendersi cura, non c’è modo di ritagliarsi un spazio per noi.

Tutto questo è vero, abbiamo tante cose da fare e riusciamo a farle tutte, lasciando sempre indietro il nostro benessere, trascurando le nostre esigenze, in nome dell’efficienza.

In realtà, a lungo andare, accade esattamente il contrario. Se non impariamo a staccare la spina, a prenderci cura di noi, a soddisfare i nostri bisogni, cominciamo a sentirci sempre più stanche, stressate, a vivere male le nostre relazioni, tutto comincia a sembrarci faticoso, insostenibile.

Alla fine arriva il momento in cui il nostro corpo o la nostra mente ci obbligano a fermarci. Quei bisogni che abbiamo cercato di ignorare cominciano ad urlare talmente forte da costringerci ad ascoltare.

Quando ci concediamo di fermarci un attimo e di rilassarci, ci diamo la possibilità di ritrovare la concentrazione, di schiarirci le idee, di riorganizzarci, di ridurre ansia e stress, recuperando l’energia.

Prendersi cura di sé, inoltre, dedicarsi a qualcosa che amiamo fare, ogni giorno, ci aiuta a riconnetterci con chi siamo veramente, a migliorare l’autostima, la fiducia in noi stessi, a coltivare pensieri positivi e sentirci meglio.

L’essere meno stressati, avere un atteggiamento positivo è qualcosa che, poi, inevitabilmente, si riflette nelle relazioni, nei rapporti con gli altri. Se ci sentiamo bene, se siamo sereni, se ci vogliamo bene avremo di più da dare a chi ci sta vicino e anche il nostro rapporto con gli altri ne risentirà positivamente.

Un esempio concreto e immediato, è quello della nostra auto.

Ne abbiamo bisogno, perché ci porti dove dobbiamo andare: al lavoro, ad accompagnare i nostri figli, a fare la spesa. Perché funzioni alla perfezione e non correre il rischio che ci lasci a piedi mettiamo il carburante, la facciamo controllare, la facciamo lavare.

Ecco, dobbiamo imparare a pensare al nostro corpo e alla nostra mente come una macchina perfetta che ci serve per fare tutto, ma che necessita di cure e manutenzione.
 
Per questo la cura di sé è fondamentale per il nostro benessere fisico, emotivo e mentale.

Come prendersi cura di sé?

Come fare, dunque, a prendersi cura di sè? Esistono mille modi e ciascuno deve trovare quelli che gli sono più congeniali, quelli che possono essere inseriti facilmente nella propria routine quotidiana, quelli che ci fanno sentire bene.

Al di là di quello che che sceglieremo di fare, è necessario che la cura di sè, se abbia queste tre caratteristiche:

  • Deve essere un piacere, non un obbligo
  • Deve essere facile
  • Non deve essere essere dispendioso

Questo perché prendersi cura di sé vuol dire amarsi e sentirsi meglio, quindi dobbiamo scegliere delle attività che ci diano piacere, che non aggiungano stress ulteriore alla nostra già super impegnata vita quotidiana e non siano gravose, altrimenti corriamo il rischio di abbandonarle nel giro di poco o di ottenere un effetto controproducente.

Mi spiego meglio: se mi piace nuotare, ma la piscina più vicina è a 50 km e dovrò affrontare un’ora di traffico per raggiungerla, finirà con l’aggiungere stress, non sottrarlo. Oppure, sottopormi ad un ciclo di costosissimi trattamenti di bellezza, che comportano un sacrificio economico per e mie tasche, non farà che rattristarmi al solo pensiero.

Ecco allora qualche idea, davvero semplice, ma efficace di cura di sé, che facilmente possono essere inseriti nella vita quotidiana di ciascuno, apportando solo benefici

Prendersi cura del proprio corpo

Seguire una dieta sana e bilanciata

Mangiare bene vuol dire dare al nostro corpo tutti i nutrienti di cui necessita per restare in salute ed essere efficiente. Mangiare troppo o troppo poco non fa bene al corpo ed influisce negativamente sull’umore. Trovando il nostro equilibrio nell’alimentazione ci sentiremo attivi, energici e in forma.

Bere

Intendo acqua naturalmente! Restare idratati è fondamentale per sentirsi bene. L’acqua regola la temperatura corporea, fluidifica il sangue, purifica l’organismo, agevolando l’eliminazione delle scorie, mantiene la pelle elastica….L’ideale è bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, ma se proprio non ci riuscite, provate con tisane e infusi, purché senza zucchero e senza sostanze eccitanti come la teina. Con moderazione, poi, di tanto in tanto possiamo concederci anche un bicchiere di vino o una birra

Concedersi un pisolino

Quando dobbiamo affrontare giornate particolarmente lunghe, si sentiamo stanche o abbiamo proprio il bisogno di staccare possiamo fare un pisolino dai 10 ai 30 minuti. Se ne sentiamo il bisogno possiamo farla diventare un’abitudine. Fare un pisolino ha benefici immediati sulla memoria, l’attenzione, la concentrazione.

Fare un bagno

E’ una delle mie coccole preferite, che mi concedo quando voglio prendermi cura di me e sento il bisogno di rilassarmi. Bagnoschiuma profumatissimo, schiuma, musica in sottofondo, candele e dopo mi sento rinata!

Muoversi

Non è necessario andare in palestra. Basta fare una passeggiata ogni giorno. Fa bene al corpo e fa bene allo spirito. Migliorala circolazione, tonifica i muscoli, aiuta a mantenere il peso e migliora il tono dell’umore. Oppure provate a ballare. A casa, da sole, accendete la musica a tutto volume e ballate, scatenatevi, muovetevi! Effetto antistress e una botta di allegria assicurata.

Prendersi cura della mente

Staccare la spina

Spegnete il telefono, il computer, ogni diavoleria tecnologica e prendete una pausa dai social media per almeno 30 minuti al giorno. Il mio consiglio è di prendersi il tempo, appena svegli, di riconnettersi con se stessi e con il mondo, con i propri cari, fare colazione e solo dopo accendere il cellulare. Stesso discorso per la sera. Staccate la spina prima di andare a letto. Spegnete tutto e dedicatevi a qualcosa di rilassante

Leggere

Leggere un buon libro stimola il cervello e la creatività, migliora la memoria e la concentrazione. Rilassa, diverte, emoziona.

Trascorrere del tempo all’aperto, a contatto con la natura o con gli animali

Il contatto con la natura è rigenerante. Se puoi, cerca di trascorrere ogni giorno un po’ di tempo all’aperto, in mezzo al verde, passeggiando e godendoti quello che ti circonda. Oppure accarezza, coccola, gioca con un cane, un gatto o un altro animale domestico. Dà benefici straordinari, sia fisici che mentali.

Fare qualcosa che ci piace

Ogni giorno, prenditi un po’ di tempo per fare qualcosa che ami. Che si tratti di cucinare, ascoltare musica, dedicarsi ad un hobby o ad un’attività creativa, fai qualcosa che ti piaccia e ti dia il modo di esprimerti.

Trascorrere del tempo con chi amiamo

Il tempo trascorso con chi amiamo è nutrimento per lo spirito e per l’anima, è relax, divertimento, serenità. Se proprio non riusciamo a vedere gli amici, anche una telefonata può bastare, ma tenetevi in contatto, mantenete le relazioni vive.

Prendersi cura dell’anima

Meditare

Solo 10 minuti di meditazione al giorno possono ridurre lo stress, l’ansia e le preoccupazioni, facilitare il riposo, in caso d insonnia. Meditare non è difficile, sono disponibili molte app di meditazione guidate o tutorial su Youtube

Autenticità

Imparate ad ascoltare le vostre emozioni e a riconoscere i vostri sentimenti. Può non essere facile , all’inizio, soprattutto se siete abituati a reprimere le vostre sensazioni. Cercate di allineare emozioni, pensieri ed azioni. Se sei triste e senti il bisogno di piangere, fallo. Se sei arrabbiato, chiediti perché e parlane. Se qualcosa ti dà fastidio, dillo. Se ti senti felice, concediti d esserlo.

Tenere un diario

Tenere un diario è il modo prefetto per imparare a riconoscere emozioni e sentimenti e acquistarne piena consapevolezza. E’ uno strumento utilissimo per affrontare e gestire le emozioni negative, sfogarsi, vedere le cose con una prospettiva diversa, definire obiettivi incoraggiando a raggiungerli.

Praticare la gratitudine

Prendiamo l’abitudine, ogni sera, di ringraziare per tutto quello che abbiamo e diamo per scontato, per le cose belle che ci sono accadute durante la giornata, anche piccole. E’ un esercizio utilissimo per focalizzarci sulle cose positive che fanno parte della nostra vita, per renderci conto di quanto siamo fortunati e che la felicità è a portata di mano.

In quest’articolo vi ho fatto solo alcuni esempi di come si possa prendersi cura di sé e, in sostanza, vi ho parlato di quello che faccio io. In realtà le possibilità sono infinite e ciascuno deve trovare la routine perfetta per sè. Basta iniziare piano piano, imparare a gestire meglio il proprio tempo , soprattutto, volersi bene.
 

Tu cosa fai o pensi di fare per prenderti cura di te? Come pensi possa farti stare meglio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: