Gatti,  Libri

I gatti nei libri, da Esopo ai nostri giorni

I gatti nei libri

I gatti, nell’attraversare secoli di storia, hanno lasciato tracce del loro passaggio in moltissime opere letterarie.

Amatissimi da molti artisti, hanno ispirato e affiancato, mentre creavano, grandi scrittori e poeti, come Dante e Petrarca e, talvolta, sono diventati protagonisti di storie, racconti e favole.

Poesie, favole e fumetti

Da Esopo, fino ai tempi moderni. alcuni personaggi felini sono entrati ormai nell’immaginario collettivo, anche grazie alle trasposizioni cinematografiche, come lo stregatto di Lewis Carroll, il gatto con gli stivali dei fratelli Grimm, quello che si accompagnava alla volpe di Carlo Collodi, Salem, passato dalle matite di Archie Comics al piccolo schermo.

Ma gli scrittori che sono rimasti ammaliati dal fascino felino e hanno dedicato ai gatti almeno qualche verso sono innumerevoli, da Elsa Morante a Hemingway ,Sepulveda, Hoffman, Bulgakov, per citarne alcuni.

I gatti nei libri sono spesso legati ad una simbologia che gli autori attribuiscono loro, come la scaltrezza, la saggezza, il soprannaturale, l’occulto, la malvagità.

Il gatto nero

Ebbi un’esperienza piuttosto traumatica nella mia prima esplorazione del mondo letterario legato ai gatti, perché passai bruscamente dalle favole ai racconti di Edgar Allan Poe.

Avrò avuto 12-13 e “Il gatto nero“mi turbò moltissimo. Non riuscì a dormire per diverse notti e, ora che ci penso,quell’episodio potrebbe essere all’origine dell’insonnia che non mi ha mai più abbandonata.

Stranamente, però,quest’esperienza non ha cambiato la mia idea sui gatti neri che restano tra i mie preferiti, con la loro eleganza e le sembianze di pantere in miniatura.

Da allora non avevo più ripreso in mano quel racconto e in questi giorni mi è venuta una gran voglia di rileggerlo.

Dopo tanti anni, l’effetto è stato smorzato dall’età, dall’esperienza e dal fatto di conoscerlo già.

Ciononostante, resta una delle letture più inquietanti che io abbia fatto finora.

Edgar Allan Poe è un maestro senza tempo del genere thriller/horror e il gatto nero porterà sempre con sé quell’aura di mistero e di fascino oscuro, che lo rende il protagonista perfetto di racconti di questo tipo.

Se anche a voi va di leggerlo, cliccate qui,ma se siete facilmente impressionabili, vi consiglio di farlo in pieno giorno.

Se invece volete andare alla scoperta dei gatti nei libri, partendo da una lettura più tranquilla, vi consiglio Gatti molto speciali di Doris Lessing, che qualcuno ha definito una piccola delizia letteraria, trovandomi pienamente d’accordo.

Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: