Amati,  Happiness,  Home

Pillole di pensiero positivo

Una premessa è doverosa.

Quando parlo di pensiero positivo non mi riferisco al movimento New Thought, che fa parte del variegato universo della new age.

Parlo, piuttosto, di un modo di affrontare la vita adottando uno schema di pensiero positivo ed ottimistico, che contribuisce significativamente al benessere della persona.

Perché abbiamo bisogno di pensare positivo?

Al di fuori dei casi di malessere psicologico, che vanno seguiti da uno specialista, vi sono moltissime persone che, pur stando bene, lamentano insoddisfazione e apatia.

Perché non riusciamo, dunque, a sentirci felici, a provare emozioni piacevoli come serenità,soddisfazione, appagamento?

Perché, probabilmente, il nostro modo di pensare influisce in maniera negativa su ciò che proviamo.

Già, perché, se ci riflettiamo bene, non è dall’emozione che deriva il pensiero, ma è esattamente l’inverso, è dal pensiero che nasce l’emozione.

Mi spiego meglio: non è la tristezza che ci fa pensare a cose tristi, ma è vero il contrario, ossia che pensare a cose tristi ci fa rattristare.

 Qui ci vuole un esempio. : immaginate di svegliarvi una mattina di buonumore, vi collegate a Facebook e vi imbattete in una foto del vostro ex con la sua nuova fiamma. Vedere quella foto vi fa pensare a quando stavate insieme e, un attimo dopo, cominciate a sentirvi tristi.

 Oppure vi capita di vedere una foto dell’estate scorsa, mentre eravate al mare a divertirvi con gli amici. Il pensiero corre a quei momenti e, immediatamente, vi sentite più allegri.

Un altro “errore di pensiero”, in cui molti incorrono, è subordinare la propria felicità e il proprio benessere ad un evento, ad un obiettivo da raggiungere o ad un desidero da realizzare: “sarò felice quando otterrò la promozione, quando mi fidanzerò, quando mi sarò laureato, quando dimagrirò….“.

Accade, perché siamo abituati a pensare alla felicità come ad una conseguenza, ma a guardare bene, le cose non stanno così, tant’è vero che, spesso, una volta raggiunto un determinato obiettivo non ci sentiamo affatto più felici.

Perché la verità è che la felicità non dipende da quello che ci succede, dalle circostante della nostra vita, quanto, piuttosto, da come guardiamo al mondo, da come interpretiamo situazioni ed eventi.

Se questo è vero, allora possiamo modificare il nostro modo di pensare e imparare ad influenzare positivamente le emozioni che proviamo

Come si fa, allora, a cambiare il proprio modo di pensare?

Smettiamo di lamentarci

Quando ci accade qualcosa di spiacevole, la prima cosa che ci viene da fare, istintivamente, è lamentarci.

Quest’atteggiamento vittimistico, tuttavia, è inutile e ci trascina nella pozza stagnate dell’auto-commiserazione. Non fa altro che aumentare il malumore, perché, mentre ci lamentiamo, focalizziamo la nostra attenzione solo su circostanze ed eventi negativi.

Oltretutto, lamentarsi continuamente allontana gli altri, rende poco piacevole la nostra compagnia e ci mette in condizione di essere respinti e isolati.

Come smettere, dunque,di lamentarsi?

Il segreto sta nella consapevolezza. Noi abbiamo sempre la possibilità di riconoscere i pensieri che ci attraversano la mente. Dobbiamo prenderne consapevolezza e decidere di non lamentarci, sostituendoli con delle alternative ottimistiche e positive.

Usiamo un linguaggio positivo

Avete mai notato che criticare è più facile che complimentarsi?

Se ci ascoltassimo meglio quando parliamo, con maggiore consapevolezza, ci renderemmo conto di usare molto più spesso espressioni negative che positive, non solo quando ci rivolgiamo agli altri, ma anche a noi stessi.

Si tratta di una pessima abitudine, che fa innalzare il picco delle emozioni negative.

Sforziamoci allora di usare le parole positive, con più frequenza rispetto a quelle negative, impariamo a prendere nota di quanto di bello e buono vediamo intorno a noi e ad esprimerlo, a noi stessi e agli altri.

Coltiviamo la gratitudine

C’è una stretta correlazione tra gratitudine e pensiero positivo.

E’ scientificamente provato, infatti, che sentirsi grati aumenta in maniera esponenziale il benessere, perché ci consente di focalizzare la nostra attenzione su quello che c’è di bello nella nostra vita, su quello che abbiamo, sui privilegi di cui godiamo, anziché sui problemi.

Dobbiamo sempre ricordare che nella vita di ciascuno di noi c’è sempre qualcosa che funziona e qualcosa che non va, ma siamo noi che decidiamo su cosa convogliare la nostra attenzione e possiamo sempre scegliere, in qualunque momento, su cosa concentrarci.

Scegliamo di essere grati e positivi!

Ti potrebbe interessare anche : critiche al pensiero positivo ( coming soon)

9 Comments

  • Jack

    Hi there! Someone in my Facebook group shared this website with
    us so I came to take a look. I’m definitely loving the information. I’m bookmarking and will be tweeting this to my followers!

    Exceptional blog and great style and design. It’s very simple to find out any topic on web as compared to books, as I found this piece of
    writing at this site. It is the best time to make a few plans for the longer
    term and it’s time to be happy. I have learn this publish and if I may just I
    desire to recommend you few interesting issues or tips.
    Maybe you can write subsequent articles referring to this
    article. I want to learn more things about it!
    http://aoc.com

    • Marie Morel

      I’m glad you enjoyed my blog and this article. I’ll write surely other articles refferring to this one. Thank you very much!

  • Jim

    Hi there, I discovered your website by the
    use of Google even as looking for a similar subject, your website came up, it appears
    to be like good. I’ve bookmarked it in my google bookmarks.

    Hello there, just became alert to your blog via Google, and located that it is truly informative.
    I am going to be careful for brussels. I will appreciate in the event you proceed this in future.
    Many folks can be benefited out of your writing. Cheers! Ahaa, its nice conversation on the topic
    of this post here at this web site, I have read all that, so now me also commenting here.
    Everyone loves what you guys tend to be up too. Such clever work and exposure!
    Keep up the awesome works guys I’ve incorporated you guys
    to our blogroll. http://dell.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: